Cerca

azzerare gli interessi risparmiando circa 15 mlds l'anno

Caro Direttore, vorrei la sua opinione sulla fattibilità della proposta che segue su come azzerare gli interessi sui titoli risparmiando almeno 10 mlds l’anno, evitare di dare soldi all’estero e restituire almeno 5 mlds l’anno ai proprietari di immobili che accettano di “prestare” allo Stato il 5% del valore dei loro beni quotati. Di 4 pagine gliene scrivo mezza per spiegare quel che sarebbe” l’uovo di Colombo” nella nostra congiuntura. Senza entrare nel merito, mentre lo Stato accumulava debito pubblico, noi ci siamo pur sempre “fatti” la casa, alcuni molte più di una. I nostri immobili sono quotati e se lo Stato ci chiede per 5 anni un prestito pari al 5,4545 % del valore della nostra casa sarà autorizzato ad emettere Titoli Dei Proprietari Immobiliari Italiani per lo stesso ammontare. In grossi tagli, i nuovi titoli saranno circolanti in Italia e gli italiani avranno interesse a favorirne la spendibilità. I beni totali ammontano a circa 5500 mlds, il 5,4545% varrà circa 300 mlds. Con questi si eviteranno le aste cominciando a pagare i creditori, i pensionati ed i dipendenti pubblici (metà in euro e metà in Titoli che avranno sul retro la tracciabilità). In mezza pagina posso solo aggiungere che il risparmio annuo sarà mediamente di 15 mlds, noi proprietari riceveremo un bonus pari ai 2/5 del risparmio nominale iniziale vale a dire 100 euro l’anno per un valore di 100.000 del nostro bene “prestato” allo Stato. Dopo 5 anni tutto decadrà automaticamente. Dopo 5 anni lo Stato avrà risparmiato e accantonato, rispetto ad oggi, circa 50 mlds, io che ho una casa da 250.000 eu riceverò circa 1.250 eu. Le cifre sono approssimate di circa il 5%

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog