Cerca

VERGOGNA CELENTANO

Vorrei solo farvi notare quanto puo' costare un errore di disattenzione... Ho comprato 2 biglietti per il concerto di Celentano del 9 ottobre all'Arena di Verona. Io vivo all'estero, in Inghilterra, e per me era un'ottima occasione di far felice mio padre e la sua compagna. Non e' la prima volta che compro da TicketOne, sono stati sempre affidabili e precisi. Essendo gia' iscritto ho proceduto all'acquisto da due biglietti da €165 l'uno e me li sono fatti spedire a mio nome all'indirizzo di mio padre. La sorpresa era pronta, e presto spedita tramite corriere espresso. Come di consueto ho accettato i termini e le condizioni del contratto, cosa che accade con tutti gli acquisti. Ironia della sorte, questa volta erano diversi. E mio errore e' stato non leggerli. Vorrei che dunque tutta Italia che vuole magari fare un regalo con il biglietto di Celentano, sappia che i biglietti di Celentano, caso unico tra i concerti, sono NOMINALI. Per cui l'intestatario di acquisto DEVE poi essere quello che va fisicamente al concerto. Il call center di TicketOne non e' contattabile da estero per cui ho dovuto svelare la sorpresa a mio padre. Chiamando il numero del servizio clienti, i gentili signori che hanno risposto sono stati categorici: il nome dell'intestatario del biglietto non si puo' cambiare, come da regolamento. Se non ha letto, problema suo. Il rimborso non lo puo' avere perche' da articolo 55 del codice del Consumo i "7 giorni di diritto di recesso" non sono validi per gli acquisti online. Morale della favola? Ho perso 339€ (si, c'erano anche le spese di prevendita). Mio padre non ha il suo biglietto ed io ora non so che farmene del mio. Strano che lo stesso regolamento VIETI di pagare con una carta di credito diversa dall'intestatario del biglietto, cosa che invece ho POTUTO FARE SENZA PROBLEMI. Evidentemente per prendere soldi la sig.ra Mori non si fa troppi problemi in quanto a deroghe al regolamento. Mi viene da pensare: il 9 ottobre, in diretta su Canale 5, nel bel mezzo della dodicesima fila, ci sara' un buco? Oppure qualcuno godra' del concerto a mio carico? Viva l'Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog