Cerca

L'AGNELLO SACRIFICALE SULL'ALTARE DELL' IPOCRISIA: NICOLE MINETTI

Caro Direttore, ma le pare possibile che la politica debba sempre riconoscersi per l'attitudine ad essere costantemente opportunista ed ipocrita? Ma io dico: Silvio Berlusconi avrebbe deciso di ridiscendere in campo per la sesta volta, altrimenti chi gli sta intorno si nebulizzerebbe se si dovesse ripresentare, così, com'è al prossimo giro elettorale. Senza di lui il Pdl muore, si liquefa ed allora che fa? Manda a dire, per il tramite del suo giovane delfino, l'arguto avvocato Angelino Alfano, che la Minetti si deve dimettere e subito. Insomma, l'epurazione, a partire da lei. Io dico: che centra lei con il "restiling", il "lifting" "i botolini" del Pdl? A prescindere che sia stato commesso un madornale errore averla messa là, in Regione, senza nessun voto da parte di un elettore e quindi per la solita coptazione immeritoria, chi l'ha voluto? Io penso il Capo, il Cavaliere e chi senno'? All'epoca nesuno fiatò, a tutti andava bene, orecchie basse ed intanto la Minetti è quasi al terzo anno di mandato. Perchè chiedere, ora, la testa di lei, solo perchè il PDL sta andando alla ricerca di una nuova verginità? E poi, sempre a prescindere che questa giovane donna abbia problemi di carattere giudiziario, non mi sembra che sia stata condannata? E' indagata, ma lo era anche Silvio Berlusconi, quando era Presidente del Consiglio dei Ministri? Allora si sarebbe dovuto dimettere per il bene del popolo e di una carica istituzionale? Non lo ha fatto ed adesso perchè lo dovrebbe fare Nicole Mintetti? La giovane signora commetterebbe un madornale sbaglio se cedesse alle pressioni di questi opportunisti! Inoltre, aggiungo, non è così che ci si smarca dalle scorrettezze commesse in passato! L'elettorato osserva e giudica e saprà giudicare anche per queste azioni politicamente scorrette!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400