Cerca

ecco cosa succede in Sicilia ...per agevolare lo sviluppo

Questo comunicato non vuole essere ne polemico, ne vuole fare considerazioni politiche, che lasciamo ad altri. Vuole solo sensibilizzare l’opinione pubblica Nissena, tutte le forze politiche, affinché si eviti la chiusura di 12 aziende con la conseguente perdita di almeno 70 posti di lavoro. In data 02/07/12 veniva recapitata ad 12 aziende insediate ed operanti presso la Zona Industriale ASI di Caltanissetta , una raccomandata in cui l’ ASI, comunica ai propri locatari, che in virtù della legge Regionale n°8/2012 , i rustici industriali che le aziende hanno in locazione sono posti in vendita, e che se le aziende locatarie vogliono avvalersi del diritto di prelazione dovranno provvedere al pagamento dell’intero importo entro 30 giorni dal ricevimento della stessa comunicazione, senza preliminare di vendita, come prescritto nella legge Regionale n°8/2012 art 19 comma 2° lettera e. E’ evidente e palese che in 30 giorni nessuna azienda, piccola o grande che essa sia, ha la possibilità di reperire somme che variano dai 90.000 / 450.000 euro ( in proporzione alla superfice dei locali ) , interpellati diversi Istituti Bancari e Notai, tutti ci hanno confermato che è praticamente impossibile espletare pratiche di Mutui o Leasing immobiliare in 30 giorni , tenendo conto dell’attuale situazione economica, le Banche interpellate possono espletare le pratiche di mutuo o altra forma di finanziamento in non meno di 180 giorni, inoltre la maggior parte delle aziende coinvolte sono aziende Artigiane che possono accedere a finanziamenti agevolati da parte della CRIAS , con tempi che possono essere leggermente più lunghi di quelli bancari , ma in ogni caso è un diritto dell’artigiano avvalersi di tali agevolazioni, con un notevole risparmio sugli interessi, ed una pratica di accettazione delle richieste più snella. Ci appelliamo alla sensibilità delle forze politiche e sociali della nostra Città, affinché si ponga rimedio a quello che riteniamo “ un errore o una svista “ del legislatore, e che i termini fissati vengano prorogati in almeno 180/240 giorni in modo che tutte le aziende possano acquistare il rustico industriale, dove hanno investito centinaia di migliaia di euro in ammodernamenti, infrastrutture, macchine, impianti, per espletare la loro attività produttiva. Si vuole precisare che l ‘ A.S.I ( Area Sviluppo Industriale) è un ente Regionale nato con il fine di agevolare e promuovere lo sviluppo industriale sul territorio. La legge 8/2012 art 19 comma 2 lettera E, non è in linea con il fine istituzionale con cui l’ente ha motivato la sua nascita, in quando, come evidenziato sopra , danneggerebbe una grossa fetta di aziende storiche insediate nella area suddetta ,ed inoltre non permetterebbe pari opportunità con altre aziende insediate che hanno usufruito delle agevolazioni dell’ente stesso. Siamo in fiduciosa attesa affinché non si perpetui una ingiustizia talmente evidente che dovrebbe far riflettere e preoccupare tutta la comunità. Le Aziende ASI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog