Cerca

inermi!

Caro Direttore, c'è qualcuno che reagisca efficacemente alle "sentenze" delle agenzie di rating che infieriscono sul Paese e sulle sue istituzioni? Naturlmente non possiamo evitare di pubblicare i loro giudizi ed esporre le loro pagelle, ma possiamo mostrare, dati alla mano, quanto siano tendenziosi e asserviti ai centri di potere che ne indirizzano e determinano le esternazioni con una tempistica da agguato mediatico. I loro errori del passato o i loro report addomesticati sono già una ricca casistica che dovrebbe essere anch'essa regolarmente pubblicata. Le loro diagnosi raramente hanno rispecchiato la realtà o allertato gli investitori sui reali pericoli dei mercati finanziari. Se possiamo, sputtaniamoli.-

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog