Cerca

NO ALLA VIOLENZA AI BAMBINI

Spett.le Direttore, Ci sono dei problemi che toccano da vicino alcune persone e ce ne sono altri che invece ci riguardano tutti anche quando non siamo direttamente coinvolti: uno di questi è proprio la violenza sui bambini in qualsiasi forma fisica o psicologica. Come società che si definisce civile abbiamo l'obbligo morale di tutelare i più deboli ed indifesi nonchè il dovere di fare tutti di più, non possiamo continuare ad apprendere dai media passivamente di casi in cui i minori sono vittime delle cattiverie e delle violenze dei grandi, a nostro avviso il problema non ce lo possiamo porre solo nel malaugurato caso in cui questo tocchi dal vivo noi e i nostri cari, occorre sensibilizzare le persone affinchè nessun bambino debba più subire violenza. Meta ambiziosa la nostra, siamo consci di non poter salvare il mondo, ma nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa per migliorarlo. Mettiamo innanzitutto in guardia i grandi affinchè tengano gli occhi aperti. Spesso purtroppo i grandi sono stressati, indaffarati e distratti e magari non si accorgono dei cambiamenti dei piccoli, mentre sarebbe bene essere fini osservatori del comportamento dei figli. Chi subisce violenze entra in uno stato di trauma per cui spesso la reazione è la chiusura in se stessi accade quindi che tengano per se quanto accaduto loro spinti da un senso di paura, vergogna e quant'altro. Il bambino vittima di violenza lancia sempre segnali ai più grandi, probabilmente inconsciamente tenta di far capire quello che non riesce a dire: improvvisi cambiamenti di umore, immotivati scatti d'ira, apatia e tanti altri sono i segnali che devono fungere da campanello d'allarme, facendo comunque attenzione a non esagerare in quanto non si devono trasmettere le proprie ansie ed apprensioni ai bambini così come bisogna evitare di gridare al lupo al lupo ad ogni occasione. Tra le reazioni tipiche purtroppo si verificano anche situazioni in cui i bambini che trovano il coraggio di confidarsi non vengano creduti, questo ferisce tanto quanto la violenza subita in quanto aggiunge dolore al dolore, purtroppo a volte la minaccia non viene da lontano nei casi di bambini vittime di abusi capita che il mostro sia da ricercare nella cerchia degli amici di famiglia se non peggio nel nucleo familiare, non diamo mai per scontato di avere una famiglia perfetta in cui certe cose non possono accadere, i mostri sono spesso insospettabili e travestiti da agnelli. La violenza non è solo fisica, ma anche psicologica che spesso uccide dentro. Persone abusate portano dentro i segni della violenza subita a lungo a volte per sempre, spesso hanno difficoltà a lasciarsi andare e a fidarsi del prossimo o hanno problemi ad avere una vita sessuale normale da grandi. Bisogna diffondere sicurezza in chi ha subito violenze, far sapere loro che non sono soli, a volte lo diamo per scontato ma per loro sentirselo dire può essere di aiuto, devono sapere che c'è tanta gente che soffre alla solo all'idea che ci siano bambini in qualche parte del mondo che stanno soffrendo, occorre far capire loro che la vita gli riserverà anche cose belle e che si deve avere speranza nel futuro. Il futuro non è solo per gli altri, il futuro è per tutti, anche per loro. Loris D. A. & Sabrina P.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog