Cerca

Federica Puma e Beatrice

Buongiorno, saprete sicuramente della decisione del tribunale dei minori di dividere Beatrice (7 anni) dalla madre Federica Puma. Ecco Beatrice con davanti a se un gigante (o più di uno…) che, la suo confronto, è alto almeno 8 metri e mezzo e pesa varie tonnellate e lei, a mo’ di piccolo Davide, dice: “Andate al diavolo! Voglio stare con la mia mamma!”. E il mostro gigantesco si protende e dice: “No”. Beatrice non ha la minima possibilità di spuntarla. E’ semplicemente travolta dai cingoli del carro armato, tutto qui. Quindi tutte le sue ribellioni vengono represse velocemente. E quello che succederà alla fine è …… In effetti, un bambino non sta bene senza amore. La maggior parte dei bambini ne ha tanto da dare in cambio. Il modo in cui si rovinano i bambini è privarli della loro libertà d’azione, e dei loro possessi. I suoi amici sono i suoi amici, le sue scarpe sono le sue scarpe. Vi piacerebbe che vi fossero imposti quali amici avere e il modello di scarpe da mettervi? Abbiamo bisogno di mettere fine ad una vecchia superstizione secondo la quale l’affetto e l’amore sconvolgono un bambino talmente forte da farlo impazzire. Per quanto incredibile possa sembrare, questa superstizione esiste davvero nella società. Potete stare certi che il modo migliore di rovinare i bambini è di NON AMARLI. Nessun bambino viene mai rovinato dall’affetto, dall’indulgenza, dalla gentilezza, dalla comprensione o persino dalla permissività. E’ l’adulto non il bambino, a costituire il problema nell’educazione dei bambini. Contrariamente a ciò che dicono assistenti sociali, psichiatri infantili e psicologi, i bambini non sono cani. Non si possono addestrare come si fa con i cani. Non sono oggetti controllabili. Sono, non dimentichiamolo, uomini e donne. Come la prendereste se vi trascinassero di qua e di la, vi costringessero a fare questo e quello e vi impedissero di fare tutto quello che vorreste fare? Vi risentireste. L’unico motivo per cui un bambino “non” si risente, è che è piccolo. Se qualcuno trattasse voi, che siete adulti, con le imposizioni, le contraddizioni e la mancanza di rispetto riservate a Beatrice, vi verrebbe voglia di ammazzarlo. La dolcezza e l’affetto di un bambino si conservano solo fino a quando egli può esercitare la propria auto-determinazione. Quando la si ostacola, in una certa misura si ostacola la sua vita. La lettera al dirigente scolastico al Tribunale dei minori mostra molto bene il peggioramento avuto da Beatrice dopo l’entrata in scena nella sua vita degli assistenti sociali. Beatrice non diventerà mai “un animale sociale” perché non la si può addestrare come un cane e in futuro troverà il modo di prendersi una rivincita.. Vi chiedo gentilmente di occuparvi di Beatrice e sua mamma Federica Puma, Cordialmente, Mazzini Tiziano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog