Cerca

Posso andare al bar?

Posso andare al bar? Carissimo Direttore, ecco una domanda che in un paese democratico può sembrare assurda e invece io, da oltre 25 anni, la faccio continuamente a me stesso. Perchè? Semplice. Perchè per quello che ho visto, tanti anni fa quando facevo il cronista in Sicilia (ripeto: per quello che ho visto, non per quello che ho fatto o faccio, mai fatto nulla di illegale, eppure di anni ne ho 60) non so mai che tipo di calunnia, i soliti noti, e intoccabili?, fanno circolare, giornalmente, su di me. Domanda: ma se questi 'signorotti, e 'intoccabili?', fanno arrivare falsità anche in un semplice bar da me frequentato, o in una palestra, o nei posti di lavoro, vuol dire che io ho sempre detto, scritto e raccontato la verità. Altra domanda: se io, come cittadino di un paese democratico, non posso frequentare un bar, o una palestra o non posso sedermi su una panchina, o fare una semplice passeggiata, o andare i bicicletta per le vie del paese, sarebbe ovvio che i comuni che mi ospitano non mi facessero pagare le tasse. Il discorso fino a qui fila. Chi sono le persone, 'intoccabili', che fanno circolare in ogni dove, usando il bocca a bocca? Tutti li conoscono, ma nessuno ha il coraggio di dirlo. Paura? Certamente. Perchè potrebbero fare ad altri quello che da oltre 25 anni stanno facendo a me nell'indifferenza di tutti. Comunque, questa domanda, ed altre, io l'ho sempre fatta ai cosiddetti 'controllori' senza avere, fino ad oggi, nessuna attenzione, non solo umana e civile, ma nemmeno risposte. Altra domanda: in un paese democratico e civile come mai tanti cittadini sono sempre pronti a calunniare altri cittadini, innocenti, come me, e solo perchè è stato imposto loro 'dall'alto' e dai soliti noti, leggasi intoccabili? Lo fanno per soldi? Per favoritismi? O perchè godono nel calunniare il prossimo? Ai controllori le dovute e democratiche risposte. Saluti gianni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog