Cerca

Dove andare, cosa scegliere

L'Euro e la folle politica per cercare di mantenerlo ci porteranno ad una sicura agonia. Già iniziata peraltro. Vogliamo dirlo? La Grecia non è più una nazione, è la prima provincia governata direttamente dalla bce, non esiste più sovranità nazionale là. La Spagna, è solo questione di formalismi è la seconda provincia. A breve L'Italia si aggiungerà, perchè è evidente che nonostante tutti gli sforzi messi in campo, i sacrifici richiesti, questo modo di procedere non funziona, e questo paese no è un laboratorio per cavie, non si potrà dire alla fine "almeno ci hanno provato". Sulla mia pelle e sulla pelle di nessuno di dovrebbe mai tentare un qualsivoglia esperimento. Non vedo purtroppo molte vie di uscita. La destra è confusa, non riesce più a ritrovare un filo conduttore, un riferimento politico attorno al quale riprendere in mano la situazione, vedo una destra inerme, interdetta e mi stupisce come mai non riesca a uscirne fuori. Berlusconi ha commesso qualche errore di troppo, non è riuscito a rimediare, e questo purtroppo ora gli ha tolto quello smalto e quella credibilità necessaria a far gruppo. Il resto della truppa sembra dispersa in una radura senza nemmeno più sapere chi è il nemico. Eh si cari miei, perchè non crediamo alle favole, il nemico c'è sempre anche quando non si vede, anche quando non riusciamo ad identificarlo perchè mimetizzato nel caos della informazione quotidiana. Faccio poi fatica a parlare della sinistra, quella sinistra che è ancora lì, che ci a portato dentro un sistema economico che era una scommessa alla "lascia o raddoppia", non credo sia piacevole sapere che hanno giocato alla roulette russa con la tua vita. E' una sinistra che dietro ad una parvenza solo apparente di unità che si ostinano ancora a dare, sembra l'italia dei comuni, cosicchè abbiamo talmente tante correnti ideologiche (in realtà interessi economici) che si può parlare tranquillamente di una aggregazione epilettica e senza forma di tanti pci, uno per ogni frazione che esiste in Italia. Ora sono dietro al matrimonio delle coppie gay. Il movimento 5 stelle d'altro canto riassume questa delusione totale nel vedere così poca forza, così poca determinazione, non c'è più la testa. Credo e non credo al movimento 5 stelle? Ha certamente portato una ventata di novità, interessante per alcune logiche politiche locali, ma manca totalmente un progetto politico di ampio respiro, potrebbe anche prendere il 20%, ma non riuscirebbe a cambiare molto. Sembra uno scenario politico desolante, desertificato, tante voci e pochissime idee e prese di posizione chiare. Quando lo facciamo cadere questo governo di banchieri? Qaundo? Penso che il primo partito che farà la mossa, sarà il partito vincente, perchè ora piuttosto che affondare è meglio provare un tentativo estremo, una contromossa estrema che risvegli il valore italico. Saluti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog