Cerca

i figli di......

Caro Direttore, ogni tanto leggo di concorsi taroccati o con domande a quiz inverosimili e mi chiedo su che cosa si basi poi il riconoscimento del merito, merito dato fra l'altro, da un elaboratore elettronico sulla base di strampalate domande alla fonte. Nessuno mi toglie tuttavia dalla testa, visti i test d'esame, il numero di partecipanti ed i posti disponibili che da noi sia sempre attiale la legge " del menga " o della raccomandazione. Potrei pensarla diversamente, ossia dando credito al merito, sia se cambiassero i test di valutazione ma soprattutto se vedessi quelche " figlio di " in veste di precario o senza posto di lavoro ma penso sia speranza vana. Umberto Brusco Bardolino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog