Cerca

Farmacisti e spending review

Gentile Direttore, sono un affezionato vostro lettore,farmacista dipendente, uno che ama "Libero" ed è liberale e liberista. Trovo assurdo che questo esecutivo si pieghi continuamente alle richieste dei colleghi titolari, che prima sono riusciti ad annacquare le liberalizzazioni, poi ora riescono ad avere lo sconto sulla spending review, hanno ottenuto una paurosa riduzione dello sconto che dovevano applicare alle asl per il contenimento della spesa. Tutti stiamo facendo sacrifici, noi collaboratori li facciamo enormi con 1200 euro mensili, ed è inammissibile che proprio alcuni vengano continuamente graziati!!!! In un paese così, parlare di lavoro e costituzione è ridicolo e ipocrita. A loro un trattamento coi guanti bianchi, a noi poveri collaboratori calci nel sedere e stipendi da fame, oltre il mancato diritto al lavoro (vedi quorum e limiti assurdi che determinano solamente una riduzione di crescita e richezza per lo stato) tutto questo per fare un piacere a 4 persone e fregandosene della maggior parte del paese che lavora con sacrifici!!!! Grazie per lo sfogo. Dott. Marcello Secci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog