Cerca

affido condiviso e padri separati

La proposta di modifica della attuale legge sull affido condiviso giace ormai in senato da circa due anni,ostaggio delle lobby degli avvocati e delle femministe.L attuale norma,disapplicata comunque dalla magistratura nei suoi principi base,sta provocando un grave disagio sociale,riguardante ormai 4 milioni di padri separati(e relativamente i loro figli,i parenti,le nuove compagne..)Si moltiplicano ormai le sentenze assurde a discapito degli ex mariti,costretti a frequentare i propri figli a giorni centellinati,a dover versare assurdi assegni di mantenimento,costretti a dover lasciare la casa familiare senza che venga tenuto conto del diritto di proprieta'.E' inoltre scandalosa l'invenzione giuridica da parte della magistratura della figura del "genitore collocatario",(nel 90 % dei casi la madre)assolutamente non previsto dalla legge in vigore.La nuova norma prevederebbe il mantenimento diretto,tempi e responsabilita' paritetici per entrambi i genitori,inasprimento delle sanzioni per chi ostacola la frequentazione dell ex coniuge con i figli,diversa gestione della casa familiare.Dato la sordita' nei confronti del problema,soprattutto da parte della sinistra,sarebbe auspicabile che le associazioni a tutela dei padri(ma anche di quelle tante madri che accoglierebbero con favore la nuova norma)si unissero magari fondando un movimento politico il cui scopo sia quello di risolvere un problema gia grave ma che potrebbe diventare esplosivo tra qualche anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog