Cerca

l'Agenzia delle Entrate vuole estorcermi la tassa che non c'è

Aiutatemi.. l'Agenzia delle Entrate vuole estorcermi la tassa che non c'è. Da solo non riesco ad avere giustizia, sebbene io viva in Italia, Stato democratico e di diritto. Ascoltate cosa mi sta capitando, sicuramente “caso unico” dato che gli impiegati non sono riusciti a trovare una qualunque procedura affinché si risolvesse il problema. Alle dipendenze della ditta Ala Fantini di Lucera (Foggia), la mia ultima busta paga del 31/12/2008 è pasticciata di cifre, direi fantasiosa, ma come per magia questi numeri spariscono e non sono più corrispondenti al netto da percepire, infatti ricevo soltanto 3.126 euro pur tenendo conto dello stipendio di dicembre, 350 euro di lavoro straordinario, 242 ore di ferie non godute e 3 anni e 2 mesi di TFR, dal 03/11/2005. Pertanto, dopo svariate insistenze, avvio una procedura legale contro tale ditta per avere il risarcimento degli emolumenti “reali” spettanti, ma purtroppo, dopo due rinvii, la prossima udienza è stata fissata al 22 marzo 2013. Premetto che ho lavorato già precedentemente con tale azienda, per cui quanto sopra fa riferimento alla seconda assunzione, intervallata di 4 mesi dalla prima. Questo particolare è stato la causa di parte del pasticcio poiché sono stati confusi i Dati del TFR del precedente licenziamento, per cui l’Agenzia delle Entrate di Taranto mi ha chiesto in pagamento 2.897 euro di tasse che comunque avevo già regolato in giugno 2005. L’altra parte del pasticcio è che l’azienda si è trattenuta in busta paga 5.000 euro, intesi come “restituzione dipendente” per stare a significare di aver acquisito un prestito o un anticipo, che non ho mai chiesto né tantomeno ottenuto. Mi sono recato quattro volte presso l’Agenzia delle Entrate di Taranto e per risposta ho ricevuto un secco “E’ evidente che questi Dati che ci ha fornito questa ditta sono inattendibili ma abbiamo solo questi, pertanto paghi altrimenti riceverai “La cartella”, a meno che.. tu non trovi la soluzione” Oltre al danno di non essere stato retribuito come dovuto, anche la beffa. I 30 giorni utili per “la soluzione” scadono il 03/08/2012 e non ho assolutamente intenzione di pagare la “tassa sulla fantasia” Allego la seguente documentazione in questo link: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm 1) Comunicazione in cui sono riportati i Dati anomali e la richiesta del pagamento di 2.897 euro di tasse a mio carico 2) Mia lettera di presentazione e richiesta del riesame dei Dati “Alla cortese attenzione di un dirigente” 3) Busta paga del 31/12/2008 4) Relazione di un sperto i cnulenza del lavoro nel tentativo di decifrare tale busta paga

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog