Cerca

COSA SI NASCONDE DIETRO L’INCEDIO ELLA DISCARICA PALERMITANA DI BELLOLAMPO?

Erg. Direttore Belpietro urge segnalare la situazione che è in atto al Comune di Palermo e che riguarda la discarica di bellolampo alle porte della città dove da giorni ormai, qualcuno, almeno dalle fonti delle autorità locali avrebbe dato fuoco alla più grande discarica di rifiuti da anni sotto inchiesta per vari motivi e che coinvolge molti amministratori locali di precedenti sindacature e vari amministratori della società AMIA che e gestita in regime di commissariamento visto la gravissima situazione economica dell’azienda comunale di Palermo. Ma egregio direttore un pensiero cattivo passa nella mente di tanti palermitani; (che si chiedono alzando gli occhi al cielo e verificando visivamente la situazione della discarica che appare si fumante ma non tanto da giustificare un emergenza sanitaria con l’invio dell’esercito e per come il sindaco ordina per alcuni quartieri di Palermo e che al momento anche l’arpa locale smentisce ogni forma di inquinamento da diossina), sarà forse (considerato le casse del comune di Palermo sull’orlo del dissesto finanziario e con la GESIP altra società partecipata del comune che conta 2000 dipendenti di cui molti ex detenuti e il liquidazione da tempo per gravissimi deficit di carattere economico a cui il governo centrale a elargito fondi a diverso titolo e in maniera smisurata negli anni e non ultimo il contributo della protezione civile nazionale destinato ai terremotati dell’Emilia a fondo perduto per pagare stipendi e tirare a campare in attesa dei miracoli di monti), sarà forse che qualcuno voglia creare volutamente questa ulteriore emergenza per magari possibilmente d’accordo con il governo centrale ricevere i milioncini di euro necessari per continuare a tirare a campare e far tirare a campare le società in crisi del comune e pagare i centinaia di stipendi ai dipendenti evitando tensioni sociali visto che più volte è successo e adesso occorre trovare una giustificazione agli occhi dell’opinione pubblica????????? A lei le considerazioni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog