Cerca

La combinazione di austerità e svendita di beni riduce la ricchezza dell'Italia e quindi la sua solv

Non c'è nessuna relazione logica e nessuna relazione anche empirica tra l'ammontare di debito in % del Pil e i tassi di interesse che uno stato paga. L'Olanda ha un debito in % del PIL maggiore della Spagna e la prima paga circa 0% la seconda circa 4% sui suoi titoli di stato a due anni. L'Australia paga un 3.5% con debito pubblico pari al 20% del PIL e l'Inghilterra 1.5% con debito pubblico pari al 90%. Singapore paga il 3% con debito pubblico quasi zero e il Giappone paga 0% con debito pubblico pari al 220% del PIL. La capacità di pagare il debito pubblico di uno stato dipende dal fatto di avere la propria moneta, dall'andamento della sua economia e dalla ricchezza finanziaria dei suoi cittadini. Se tu 1) imponi di indebitare lo stato in una moneta che non controlla, poi 2) distruggi l'economia con le tasse dell'austerità e infine 3) distruggi la ricchezza finanziaria del paese con una colossale svendita di asset nel momento peggiore degli ultimi 80 anni di storia ... ...sai cosa succede ? la capacità dell'Italia di pagare DIMINUISCE. La combinazione di austerità e svendita di beni riduce la ricchezza dell'Italia e quindi la sua solvibilità come paese. Se riduci artificialmente il reddito di qualcuno e poi gli imponi di vendere beni dopo che lo hai messo in difficoltà lo rovini Ma a parte questo discorso generale, uno stato non ha alcun bisogno di vendere l'ENI per 30 miliardi quando può emettere 30 miliardi. I 30 miliardi sono uguali sapete, sia che vengano dall'aver svenduto la quota di ENI sui minimi e che vengano dall'aver fatto accreditare da Banca d'Italia i conti di chi vende BTP. Sono 30 miliardi in entrambi i casi, stessi soldi. Gli inglesi pagano i loro titoli di stato accreditando presso la Banca d'Inghilterra l'importo e non vendendo beni reali per lo stesso importo e la sterlina sta persino salendo contro l'Euro. Oggi c'è la notizia che le banche italiane hanno ora a bilancio 365 miliardi di titoli di stato su circa 1.980 miliardi di debito totale. Fino a qualche annno fa non ne avevano quasi. Come hanno fatto ? La banca centrale ha emesso moneta e gli dato i soldi all'1%. Perchè non dare loro altri 500 miliardi e fargli comprare altri 500 miliardi di BTP ? E' tutta moneta che viene creata dalla banca centrale in ogni caso e viene messa in circolo poi dallo stato quando spende più di quello che incassa. LO STANNO GIA FACENDO TRAMITE LE BANCHE IN ITALIA e nel mondo poi lo fanno direttamente tramite la Banca Centrale. Non è "la teoria dell'MMT" è il modo concreto in cui funziona il sistema monetario. Visto che hanno ritirato 365 miliardi di debito pubblico tramite le banche e visto che gli inglesi hanno ritirato circa 500miliardi del loro debito pubblico direttamente tramite la Banca di Inghilterra ad esempio, perchè non andare avanti così ? E' meno disastroso dell'austerità e della svendita di beni. I BTP costituiscono solo un addebito nel bilancio del Tesoro a cui corrisponde un accredito simmetrico presso la Banca d'Italia. Lo stato può ritirarli anche tutti se vuole scambiandoli con moneta gradualmente perchè basta che la Banca centrale accrediti i conti di chi li vende (o indirettamente delle banche come hanno fatto l'anno scorso). NON C'E' NIENTE DI REALE SOTTO E' SOLO CONTABILITA. Basta che la Banca Centrale dichiari che quando un BTP va in scadenza lei garantisce di acceditare l'importo alla pari, a 100 e il problema della spread scompare. Non è teoria, mezzo mondo sta facendo così. Il debito pubblico emesso e la moneta emessa sono entrambe accrediti e addebiti contabili presso la Banca Centrale e il Tesoro. Si possono far aumentare o diminuire come si vuole a seconda delle esigenze dell'economia. Se nell'economia c'è poca moneta la aumenti e se è troppa la diminuisci Cosa stanno facendo invece ? Riducono la quantità di mezzi pagamento, di moneta, nell'economia aumentando le tasse fino a quando lo stato incassa ogni anno, come succede ora, circa 40 miliardi di più di quanto spende (tenendo conto che oltre all'avanzo primario poi il 65% circa degli interessi pagati va a stranieri o banche italiane e quindi non ritorna in circolo nell'economia italiana). Questo in aggiunta al fatto che le banche stanno riducendo il credito e in aggiunta al fatto che sei in recessione. In questo modo dopo qualche anno stanno ora soffocando l'economia. Quello che è reale invece è la quantità di beni e servizi prodotti ogni anno dall'economia italiana e ovviamente i terreni, palazzi e beni immobili. Quando hai fatto fallire migliaia di aziende e attività e hai venduto i beni che hanno valore intrinseco a stranieri poi che 'azzo fai ? Esporti manodopera come le Filippine e il Messico, fai emigrare gli italiani che poi ti mandano le rimesse. Dove li fai emigrare ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog