Cerca

pil o spread ? di chi è la colpa ?

I nostri politici e tecnici assieme continuano a dirci che la crisi è europea, anzi no, mondiale, facendo passare quindi in secondo piano le nostre mosse o manovre interne, tanto la crisi c'è e non è colpa nostra. Tuttavia mi permetto di dire, pure ammettendo che il pil è in pericolo sia in Francia che in Grecia, sia in Spagna che in Portogallo, che anche in Germania a breve soffrirà parecchio. Penso che non servano grandi economisti per capire che deprimendo i consumi di Italia, Spagna, Grecia, Portogallo etc. al fine di controllare lo spread le esportazioni dei paesi " forti " si contrarranno fisiologicamente ed anche il loro pil prima o dopo andrà a puttane come il nostro. A questo punto la mossa dei paesi forti dovrebbe inequivocabilmente essere quella di finanziare la crescita dei deboli se anche loro stessi vorranno uscire dall'impasse. Perchè non lo fanno ? Secondo me hanno paura che qualsiasi immissione di liquidità prenda la via dei privilegi della classe parassita che ci governa, hanno paura del perdurare di quel prelievo di 100 miliardi anno perpetrato dalla nostra cara casta che pensa alla sua sopravvivenza e non a quella del paese, hanno in definitiva paura che i loro soldi finiscano nmelle saccocce dei soliti noti. Di chi è quindi la colpa se non nostra e di come siamo configurati ( eufemismo ) politicamente ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog