Cerca

"Scorte" ai politici? No, grazie

Mentre gli italiani onesti continuano a vedere i loro risparmi colpiti da tasse ed imposte varie, il signor Gianfranco Fini, presidente della Camera dei Deputati, nonostante la sua promessa di dimettersi alle dimissioni di Berlusconi, pensa bene di far spendere allo Stato italiano decine di migliaia di euro per ospitare la sua scorta durante le vacanze. Vacanze che un italiano su sei non potrà fare proprio grazie allo sperpero di denaro pubblico. Stride moltissimo anche la solita giustificazione del politico di turno: “non l’ho chiesta io”, “è prevista istituzionalmente”, “queste sono le regole/consuetudini”, come se lui fosse all’oscuro del fatto di avere decine di Poliziotti a sorvegliarlo, come se fosse un fatto ineluttabile al quale lui non possa in alcun modo opporsi. Mentre tutti noi tiriamo la cinghia, le più alte cariche dello Stato continuano a vivere nel paese di Bengodi, con il Quirinale che ci costa più dell’intera elite inglese. Penso sia ora di ripensare al concetto di “scorta” per i politici. Fare il politico è un lavoro come gli altri, anzi spesso troppo remunerato, e come ogni altro lavoro comporta dei rischi che il politico conosce e che deve essere pronto a correre, senza chiedere che si continuino a spendere soldi pubblici per la sua protezione. La giustificazione del “lo prevede la legge” è una giustificazione di comodo, che gli italiani sono stanchi di sentire, così come sono stanchi di vedere la spesa pubblica continuare ad aumentare per la vigliaccheria di Monti, prontissimo a tagliare stipendi e pensioni private, ma restio ad intervenire la’ dove si annida il vero cancro della nazione: l’eccessivo costo dell’apparato statale. Caro Fini, lascia pure i poliziotti a casa loro e con le loro famiglie, vedrai che nessuno ti torcerà un capello. Gli italiani, dei tanti politici “che contano”, non gliene può fregare di meno e certamente non li toccano: hanno troppa paura di sporcarsi. Miles Barbieri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog