Cerca

tutti i parlamentari vengano messi in stand-by per 8 mesi...

Al Direttore dott. Maurizio Belpietro Le invio una mail già trasmessa al presidente M.Monti tramite il sito del Governo Da un po’ di tempo scrivo delle mail “Governo.it” e come me altre migliaia d cittadini con proposte e proteste di ogni genere. Con rammarico ho notato che questo suo Staff di Presidenza ha dovuto sempre riadattare al ribasso le varie proposte di speding reiview. per le pressioni politiche e del mondo produttivo legato alla politica e alle corporazioni. Siamo stanchi dei privilegi da anni occultati che godono tutti!!, non ultimo ho saputo che i parlamentari, poverini, recuperano il 90% degli oneri deducibili, anziché il 20% come tutti. Ormai siamo alla frutta e anche i sindacati sanno difendere bene i loro diritti acquisiti, come anche i parlamentari, i signori dai colletti bianchi, fuorché i cittadini onesti, i lavoratori (quelli rimasti) e le fasce più deboli della società civile. Trovare soluzioni di risparmio della spesa nel Bilancio dello Stato è un atto dovuto per tutti e nessuno dovrebbe sentirsi offeso o depauperato dei suoi lauti diritti e privilegi. Così non è. Siamo alla frutta, perché tra pensioni d’oro, consulenze e stipendi faraonici, affitti quasi regalati,” privilegi infiniti, contributi a pioggia per costruire cattedrali nel deserto, rifiuti mai riciclati , fiumi di denaro spesi per scovare evasori i cui beni sono sì confiscati ma solo in minima parte utilizzati poi dallo Stato, falsi invalidi, cassintegrati, esodati, mobilitati, invalidi, lavoratori e enti assistenzialistici (15.000 forestali in Sicilia e credo altrettanti in Calabria ecc. ecc.) le cifre dei “grandi numeri” decuplicano. Il lavoro non c’è.! I grandi ricchi non mollano! Le banche piangono, Le Borse speculano e soffrono perdite continue, a danno delle stesse banche. I Consigli di amministrazione delle banche e delle assicurazioni non sanno più come mangiare tonnellate di Euro con i soldi dei contribuenti ecc.ecc Propongo di FERMARSI UN PO’ TUTTI e nello specifico la POLITICA e i PARLAMENTARI, IN QUANTO ORA COME ORA IL CONSENSO E SOLO TRA DI LORO, CIOE’ ALLINEATI E COPERTI e sono talmente arroccati nelle proprie caste elettive che NON VOGLIONO FARE ALCUNA RIFORMA ISTITUZIONALE, mai come ora necessaria e da anni in discussione. Poveri noi in che mani lasciamo le nostre tasse, soprattutto quelle dei grandi numeri, dei cosidetti “polli dipendenti” cioè i lavoratori a reddito fisso ritenuti alla fonte dello stipendio perché le tasse sono prepagate! E la dichiarazione dei rediti invece è lorda. quisquiglie….. A scadenza di mandato il Governo si commissari come pure da suboto quello delle Regioni in rosso con i conti pubblici. I politici, a scadenza del mandato, vadano in stand-by per almeno 6/8 mesi, così il suo Governo tecnico coadiuvato da altri membri esenti da alleanze e linguaggi politichesi, agisca celermente per gli obiettivi di pareggio di bilancio e rilancio dell’economia e del lavoro per far crescere un mondo di giovani inermi e impotenti a scrivere un futuro sociale e migliore per loro stessi la qualità della vita e per le future generazioni. Ringrazio e rimango in attesa di riscontro. Distinti saluti Cassandro p.s inviato a Governo.it in data 1 agosto 2012 ore 19:47

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog