Cerca

VOGLIO DIVENTARE ROM!!

caro direttore, sono un'insegnante in pensione dopo 40 anni dedicati alla scuola con passione e competenza; da tre sono assessore all'istruzione e cultura del mio comune, Trezzano Rosa ed in questi giorni sono salita alla ribalta delle cronache (anche LIBERO si è occupato di me) dato l'aumento demografico nel nostro paese, l'amministrazione comunale ha provveduto con sforzo economico notevole ad ampliare la scuola dell'infanzia(500.000 euro) per accogliere una nuova sezione di 30 bimbi, ma, ahimè, non abbiamo la certezza che ci vengano assegnati i docenti per poter aprirla, fatto questo comune a tantissime realtà per cui l'amministrazione è costretta ad accollarsi anche le l'onere di pagare i docenti, compito questo dello stato. Io ho così scritto al direttore regionale che qualora non mi avessero dato i docenti, sarei tornata gratis in cattedra per abbattere i costi a carico del comune. Quindi siamo qui a lavorare per i nostri cittadini, ore ed ore in comune con un compenso di 200 euro al mese che non mi bastano nemmeno per la benzina ed il cellulare senza contare che non mi formalizzo a tagliare le siepi delle mie scuole o a pulire i cortili e sento che in Sardegna un sindaco che non definisco perchè scadrei nella volgarità, sistema i rom in ville da sogno accollando ai poveri cittadini le spese di affitti vergognosi!!!!Allora voglio diventare rom così non faccio un tubo, vivo da nababba in Sardegna con villa GRATIS, non pago le tasse e magari mi concedo qualche visitina a scopo "benefico" per le mie tasche nelle case altrui tanto l'impunità è garantita!Da assessore che suda per usare con avvedutezza e trasparenza il denaro della comunità, chiedo a questo sindaco cicala che non ha rispetto nè per i suoi cittadini,nè per la nostra gente che ha perso il lavoro o non l'ha ancora trovato o vive con pensioni da fame di dimettersi e se non dovesse farlo chiedo ai suoi cittadini di cacciarlo a calci nel sedere. Mi unirei molto volentieri e mi piacerebbe tanto conoscerlo di persona. Cari saluti con grande affetto caro direttore. Maurizia Peretti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog