Cerca

Missione e trattamento fuori sede

Caro direttore la seguo sempre con interesse , volevo dire la mia in merito alla questione delle meritate vaganze del nostro presidente della camera. negli ultimi mesi per via delle ristrettezze economiche i vari ministeri, interno e difesa hanno emanato delle circolari in merito al trattamento economico dei militari -Carabinieri, Poliziotti ecc. - per i servizi fuori sede , cioè la cosiddetta missione. In sostanza recitano che il personale impiegato in servizio distaccato fuori sede debba necessariamente sfruttare i comandi presenti nel territorio sia per il pernottamento che per il vitto. di poter usufruire della struttura alberghiera solo in casi di comprovata mancanza di struttura ricettiva dell'amministrazione. ora dico io visto che comunque, sono vicini a Grosseto con tutte le caserme di polizia , carabinieri , aereonautica ecc. che dispongono sicuramente di posti letto in caserma , anche di annessa foresteria, dove si paga una miseria – qualcosa come 10 euro al giorno e 5 euro a pasto? Non potevano evitare? Poi caro direttore deve sapere che oltre alle spese ordinarie viene pagato anche il trattamento di missione che adesso non ricordo a quanto ammonta. In sostanza caro direttore, se per caso, gli agenti che seguono Il presidente fin si trovano in difficoltà per il troppo stress e per il duro lavoro, mi prenoto per sostituirli. Almeno il loro stress per me è una bella vacanza pagata dallo stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog