Cerca

Migranti o clandestini?

Gentile direttore, in questi giorni ricominciano purtroppo per noi gli sbarchi di clandestini, destinati come sempre ad accrescere il tasso di criminalità e la popolazione carceraria italiana. I telegiornali li chiamano ''migranti''. Chi si introduce in modo illegale nel territorio di uno stato sovrano si definisce migrante o clandestino? E chi chiede che questa spaventosa massa di persone sia respinta alle frontiere come fanno tutti i paesi del mondo si definisce benpensante o razzista, come fanno i giornali comunisti? Chiamiamo le cose col loro nome. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog