Cerca

Il superscortato Fini

Gentile Direttore, la vicenda della superscorta di Fini in vacanza, da lei opportunamente resa pubblica, è a dir poco sconcertante. Il Ministro Anna Maria Cancellieri ha perfettamente ragione quando afferma che “il regolamento deve essere cambiato, ma anche la sensibilità dei singoli deve entrare in sintonia con la sensibilità dei tempi, perché il danaro dei cittadini deve essere speso molto meglio. E se non cambiano le regole, ogni volta la colpa è di nessuno; non esistono le cattive azioni senza autore”. E’ giusto parlare di “sensibilità”, ma questi termini sono sconosciuti a certi politicanti professionisti senza scrupoli morali e abituati a mungere il più possibile. Ha perfettamente ragione la Cancellieri nell’affermare che “non esistono le cattive azioni senza autore”, ma purtroppo in Italia non viene mai applicato il sacrosanto “principio di responsabilità”: sia politici che amministratori pubblici non sono mai responsabili di nulla e tutto viene regolarmente scaricato sull’erario. E’ stata poi esilarante la reazione di Bocchino che non ha perso l’occasione per mostrarsi “fedele scudiero” del principe (ormai ex), facendo affermazioni fuori luogo e per di più offensive nei confronti del Ministro dell’Interno. Questo, purtroppo, è il livello dei nostri parlamentari, parlamentari che il popolo italiano non ritengo meriti. La terza carica dello Stato ha mancato di scrupolo morale e di sensibilità nei confronti di quegli italiani che non si possono permettere le vacanze, di quelli che hanno perso il posto di lavoro e di coloro che hanno subito la tragedia del terremoto e hanno perso la casa. Di questi politici che pensano solo a loro stessi, a mantenere tutti i privilegi possibili e immaginabili (nella maggior parte dei casi del tutto immeritati) senza curarsi dei problemi della gente, incapaci di individuare e quindi rispondere alle esigenze impellenti del Paese che sta attraversando una crisi economica devastante, possiamo farne a meno. Cordialmente. Gianni Porzi, casalecchio di reno (bologna)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog