Cerca

Panico da Spread

Panico da Spread. Lo spread... diabolica parola... ci osserva, scruta ogni nostro movimento, ogni nostro pensiero... il mostro sa come e quando colpirci per indebolirci e renderci insicuri e pieni di dubbi. Prima di fare un invito a cena dobbiamo controllare che lo spread non sia in su... la serata andrebbe a rotoli. Vogliamo fare un complimento alla nostra donna?... vediamo com'è lo spread... il rischio sarebbe altissimo. Rapporti sessuali? Con lo spread in su non è consigliabile. La mia vita era bene o male tranquilla... fino a quando una sera ascoltando il TG sento che in Italia è arrivato lo spread... mondo infame!... e adesso che facciamo?! Di colpo l'appetito mi si è chiuso, ho avvertito subito un senso di nausea, vertigini e confusione atroci. Non sapevo cosa fare... e ho telefonato a Gigi. “Gigi… ma che cacchio è questo Spread?!” Gigi: “Non lo so, ma dovevamo aspettarcelo prima o poi…” “ E adesso che facciamo?!” Gigi: “Io lascio mia moglie… ho la valigia pronta in macchina, il passaporto in tasca e il cellulare in mano…” “E io che devo fare?!” Tu,tu,tu… Gigi era sparito senza neanche salutarmi… Vediamo che dice il notiziario di mezzanotte. TG: “La Merkel ha incontrato Monti per decidere sulle azioni da intraprendere per limitare i danni dello Spread. Vi aggiorneremo nelle prossime edizioni.” “Va bene, adesso se ne occupa la Merkel assieme a Monti… vado a ritirare i miei risparmi dalla banca!”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog