Cerca

La follia

Egregio Direttore ho letto nei giorni scorsi, quando ancora ero fuori sede e non potevo quindi scriverle subito, l'articolo sulle cartelle notificate per la superficie occupata dal Presepio vivente del piccolo Comune montano abruzzese e sono rimasto indignato per la richiesta indecente!!! Sono avvocato tributarista e per 29 anni sono stato Giudice tributario anche come vice-presidente e presidente f.f.. Mi sono dimesso 3 anni fa per motivi di correttezza e per non impedire a mia figlia, anch'essa avvocato tributarista e impegnata presso la cattedra di diritto tributario di Bologna, di svolgere liberamente la sua professione. Non le scrivo la presente per farmi gratuita pubblicità ma visto l'enormità del comportamento dell'Agenzia delle Entrate competente e ritenendo che vi potrebbero essere gli estremi per un valido ricorso che portasse all'annullamento delle stesse, (bisogna però leggere tutte le carte ed esaminare la situazione di fatto prima di dare un parere giuridicamente fondato) sarei lieto di prestare la mia personale consulenza e quella del mio studio, A TITOLO ASSOLUTAMENTE GRATUITO, qualora Lei ritenesse opportuno mettermi in contatto con gli interessati. Non è possibile giungere a tassare in maniera sconsiderata e folle anche manifestazioni che rientrano nel nostro sentimento religioso più spontaneo e profondo e che per di più favoriscono la vita dei piccoli centri di montagna, quando poi non si è capaci di tagliare le spese assurde e faraoniche di una burocrazia incapace e parassitaria e per recuperare €. 1.000,00= si rischia di spenderne, fra ricorsi, controricorsi ecc., alcune decine di migliaia! Le ribadisco, sig. Direttore, non cerco facile pubblicità, sarei anzi felice se la presente mail non fosse pubblicata ma restasse riservata fra Lei e me, le faccio la presente offerta perché una richiesta come quella di cui ha parlato il "nostro giornale" mi ha profondamente indignato e mi appare, a prima vista, giuridicamente infondata. I nostri governanti hanno forse dimenticato che tutte le grandi rivoluzioni sono nate da una tassazione esasperata e iugulatoria per i cittadini? Con profonda stima e, mi permetta, con amicizia Fabio Massimo Addarii - avvocato in Bololgna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog