Cerca

recupero crediti o ancore?

Convinto dall’invidiabile Alessandro Benetton che al Meeting Rimini 2012 cita anche Don Giussani (“Non state mai tranquilli”), decido di pianificare una rivoluzione del mio percorso lavorativo: apro uno Studio di Ingegneria e abbandono un ottimo e confortante contratto a tempo indeterminato. Ma un intricato dubbio mi assale e sconforta. Come farò ad incassare i compensi maturati dal momento che anche dall’esperienza fatta come amministratore di azienda sembrava che i crediti avessero una natura aleatoria e “indeterminata”? Perché non ho mai sentito un politico occuparsi dell’impossibile gestione di un professionista o PMI nel “recupero crediti”? Perché si occupano con enfasi solo del “recupero ancore”? Per di più arrugginite e insignificanti? E’ sintomatico della resistenza ad nuovo rinascimento? Vabbè, non berrò più bibite gassate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog