Cerca

regione sicilia ulteriore ennesimo scandalo Multiservizi, dirigenti assunti al posto degli operai

Egregio direttore si segnala articolo che denuncia l'ennesimo scandalo alle società partecipate della regione siciliana:- Dirigenti assunti al posto degli operai. E’ questo lo scandalo che potrebbe travolgere le società partecipate Multiserivizi, Beni Culturali e Biosphera che a breve dovrebbero confluire nella nuova società consortile Sas (Servizi ausiliari Sicilia). Secondo una nota della Fisascat Cisl Sicilia, congiuntamente con il Cobas-Codir “non sarebbero stati rispettati i principi della trasparenza e della corretta applicazione delle norme vigenti e quanto concordato, tra l’altro, nell’accordo sindacale siglato il 27 luglio scorso tra le Organizzazioni sindacali rappresentative nella Multiservizi SpA, dalla stessa azienda in liquidazione, dalla società consortile SAS e il dirigente dell’Ufficio provinciale del lavoro di Palermo”. In pratica, riferiscono i sindacati , sembrerebbe, che la Multiservizi abbia trasmesso una nota all’Assessorato regionale all’Economia contenente anche l’elenco relativo alla selezione aperta dalla Multiservizi del personale destinato ad essere riassunto da parte della SAS, nonché la lista del personale in servizio attualmente. Nulla di strano se non che il personale selezionato non sarebbe risultato selezionato sulla scorta dei requisiti e criteri indicati nel suddetto verbale di accordo sindacale. “Tra le nuove assunzioni – continua la nota - ci sarebbero un dirigente assunto in data 1 dicembre 2011 (aggiunto mentre vigeva il divieto di assunzione per effetto della legge regionale 12 maggio 2010, numero 11) e altri 4 dirigenti, di cui non sono stati forniti i nominativi, sprovvisti dei requisiti previsti dalla suddetta legge secondo la quale è prevista la possibilità di assunzione solo per coloro che già alla data del 31/12/2009 avevano un contratto a tempo indeterminato. Alla data del 31/12/2009 il numero dei dirigenti in servizio presso la Multiservizi era di numero 1 unità di personale”. L’accordo, inoltre, non prevede quanti dirigenti la Sas potrà assumere e secondo i sindacati nessun numero di transito di dirigenti è stato concordato tra Sas e Multiservizi: “Nessun accordo di definizione delle procedure – continua la nota - della legge 223/1991 lo prevede, in quanto illegittimo ai sensi dell’art. 25. Tra le assunzioni non rientrano quelle del personale appartenente alle categorie dei dirigenti. I soli lavoratori ad avere diritto sono gli operai, impiegati, e quadri assunti a tempo indeterminato e licenziati da aziende che hanno proceduto a licenziamenti collettivi. I sindacati, dunque, hanno chiesto di conoscere se, possano essere stati “erroneamente” lasciati fuori dagli elenchi, senza alcun criterio logico, di ragionevolezza e di eguaglianza, dei lavoratori già in servizio dal 2010: “Se così fosse – continua la nota – la Multiservizi nel trasmettere gli elenchi ha interpretato l’accordo del 27 luglio (nello specifico l’art. 4) in maniera assolutamente unilaterale e lesiva dei diritti maturati dai dipendenti”. Dura la reazione del segretario generale della Fisascat Cisl Sicilia Mimma Calabrò e del dirigente dei Cobas-Codir Michele D’Amico: ” Pruomovere dei quadri a dirigenti genera la configurazione di nuove assunzioni nell’ambito della dirigenza delle società partecipate della Regione siciliana e una azione politica scellerata che non produce benefici concreti nella gestione della SAS ma soltanto aumenti di costi per l’amministrazione regionale correndo il rischio di camuffare quanto percepito negli anni passati come “superminimo” solo per alcuni di questi neo dirigenti, in un avanzamento di carriera. Non possono essere esclusi dalle assunzioni operai che hanno tutto il diritto di essere assunti perchè qualche dirigente prende il loro posto. Gli avanzamenti di carriera devono avvenire sia per i dirigenti che i lavoratori”. Intanto è ormai scaduto il determine che la Regione aveva prefissato per il passaggio dei circa 2mila lavoratori delle tre partecipate nella nuova società consortile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog