Cerca

i geni della spending review

Sono l'amministrativa di una piccola srl -creata da giovani ingegneri - impegnata a fornire servizi in sanità. Come azienda, forniamo prodotti innovativi con il vantaggio di costare poco a fronte di un buon servizio (tra cui l'assistenza 24/24). Oggi vengo contattata dall'amministrativa di un Ospedale nostro cliente per il rinnovo della fornitura dei servizi (II semestre 2012). La gentile signora ci informa che sono costretti a chiederci uno riduzìone del 5%, perchè così obbligati dalla spending review. Rimango allibita perchè: 1) i nostri prezzi sono già concorrenziali, tanto è che l'Ospedale in questione aveva già esternato la sua soddisfazione per il risparmio che gli offrivamo rispetto ad altre grosse aziende mutlinazionali del nostro settore 2) l'Ospedale in questione paga a più di 18 mesi dalla data della fattura, cosa questa che ci sta creando notevoli difficoltà 3) tenuto conto che le banche non mantengono l'anticipo per più di 12 mesi, saremo costretti a vendere (factoring) le relative fatture, perdendo una percentuale pari a circa il 5-6% come commissione/compenso dovuto all'azienda di factoring e dovendo pagarci sopra anche le spese di notaio. Vado a leggere sul sito del governo e trovo questo: http://www.governo.it/GovernoInforma/spending_review/direttrice_acquisizioni.html in particolare la parte che ci riguarda è questa: "Riduzione spese per acquisto di beni e servizi Le amministrazioni centrali dello Stato assicurano a decorrere dall'anno 2012 una riduzione delle spese per acquisto di beni e servizi. Una quota di tale riduzione è rapportata, tenendo conto delle analisi della spesa effettuate dal commissario straordinario agli eccessi di costo registrati da ciascuna amministrazione dello Stato rispetto al valore mediano dei costi per acquisti di beni e servizi del complesso dei Ministeri calcolato per singola voce del piano dei conti, desumibile dai dati del sistema di contabilità economica analitica delle amministrazioni centrali dello Stato. Entro il 10 settembre i Ministri competenti possono proporre una differente ripartizione della riduzione loro assegnata. Al fine di concorrere alla riduzione degli oneri complessivi a carico dello Stato, i costi unitari per la manutenzione di beni e servizi, hardware e software, praticati da fornitori terzi, sono ridotti almeno del 10 per cento per il triennio 2013-2015 rispetto alle condizioni di miglior favore praticate dagli stessi fornitori a Sogei S.p.A. ovvero a Consip S.p.A. nell'anno 2011, anche mediante la rinegoziazione di contratti già stipulati. Nello stesso periodo i costi unitari per l'acquisizione di componenti ed apparecchiature hardware, le cui caratteristiche tecniche dovranno essere non inferiori a quelle acquisite nell'anno 2011, nonché per la manutenzione di beni e servizi da effettuare prioritariamente da imprese locali ove possibile, e di prodotti software, sono ridotti almeno del 5 per cento." In pratica, i nostri amici geni professori dell'economia e della finanza che ci ritroviamo nostro malgrado al governo, cosa hanno fatto con la tanto sbandierata spending review? Invece di operare tagli intelligenti là dove ci sono effettivamente gli sprechi, hanno previsto tagli lineari sparandoli nel mucchio e così facendo colpendo anche aziende sane ed oneste come quella dove lavoro io. Inutile dire che tagliare il compenso per le prestazioni dei fornitori in questa maniera scellerata vuol dire ridurre il margine-redditività-utile delle aziende,che saranno costrette a loro volta a tagliare..e ovviamente licenziando... Sinteticamente, sono due gli indici principali di cui tener conto quando si vuole verificare lo stato di salute di un'azienda....l'indebitamento-esposizione finanziaria ed il mol (margine operativo lordo).... prima hanno distrutto la capacità finanziaria delle imprese (dei soldi promessi da passera noi non abbiamo visto ancora niente) e adesso vogliono distruggere anche la redditività, giusto per essere sicuri di annientare le aziende che sono/stanno sopravvivendo nonostante la crisi di liquidità.... se non è voler ammazzare l'Italia questo..... Cordiali saluti. Michela

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog