Cerca

SALVATE IL CONCORSO 1886 ALLIEVI CARABINIERI

Egregio Direttore, Per prima cosa mi presento. Mi chiamo Franco Giovanni e sono di Messina. La mia e’ una famiglia mono reddito e come lei ben immaginera’, con 2 figli e un mutuo, in questo momento si stringe la cinghia piu’ del solito ma con orgoglio e tenacia tutto sommato stiamo andando avanti. Le scrivo questa lettera per segnalarle un ingiustizia che a mio avviso non ha eguali perche’ tocca i nostri figli che dovrebbero essere gli ultimi e i piu’ tutelati dalle istituzioni contro questa crisi senza precedenti. Le spiego meglio. Mio figlio ha di recente partecipato al concorso per il reclutamento di 1886 allievi carabinieri bandito nell’anno 2012. Il concorso ormai si avvia a conclusione e nel mese di Settembre dovrebbero iniziare a lavorare. Vi lascio immaginare il mio orgoglio personale per vedere un figlio che ottiene un grande risultato dopo grandi sacrifici suoi e di tutta la mia famiglia. Tanti sacrifici infatti sia da parte di mio figlio chiamato a superare scritti, prove fisiche e idoneità psicologica sia da parte mia e di mia moglie per vedere un figlio realizzare un sogno tanto inseguito e abbastanza costoso, poiche’ oggi in Italia fare un concorso pubblico costa circa 1000 euro tra viaggi a Roma ( ben 3 per le varie prove) alberghi, visite midiche , ecc,ecc. ( mi creda sono cifre importanti soprattutto di questi tempi). Dovrebbero essere questi giorni felici di serenità e invece pochi giorni fa ci crolla un mondo addosso. Incombe anche sui nostri figli LA SPENDING REVIEW. Come saprà una norma assurda prevede che a partire dal 2012 ( senza che nessuno si preoccupi di tutti questi concorsi quasi ormai giunti a termine) si possa assumere solo il 20% di chi è andato in pensione l’anno precedente. Ecco dunque che in questi giorni siamo assaliti dal dubbio che questa norma possa riguardare anche i nostri ragazzi. Guardi se lei si fa un giro sui vari forum vedrà che la mia preoccupazione e la stessa di migliaia di ragazzi, perche’ giustamente riguarda anche altri concorsi. Sono convinto che anche lei converra’ con me che questa norma e’ assurda e ridicola, interviene nell’anno in corso creando un danno per questi ragazzi di non poco conto. Qui si parla di calpestare diritti di chi il concorso l’ha superato. Sarebbe sensato far partire tutto dal 2013 per una questione di giustizia. Non penso di dire cose sbagliate. Le chiedo dunque la cortesia da padre, con il cuore in mano e con le lacrime agli occhi, di voler sul suo giornale far presente questa che se attuata sarà una grande ingiustizia. Vedo negli occhi dei miei figli la rassegnazione che un ragazzo di 26 anni non dovrebbe mai avere e questo mi preoccupa molto. Ripeto, adesso sono solo voci, ma non vorrei si tramutassero in dura realtà. La prego di intervenire dunque sensibilizzando l’opinione pubblica e magari l’arma e il ministero affinche’ chiariscano il malinteso oppure intervengano. Lo faccia per quei 1886 ragazzi che da Aprile studiano e si impegnano per realizzare un sogno, lo faccia per le famiglie affinche’ vedano i loro figli realizzati dopo tanti sacrifici e i loro sforzi ripagati immensamente. Lo faccia per tutti i ragazzi in generale, disoccupati, che ancora credono di poter comunque farcela anche sotto la crisi, ragazzi che non hanno nessuna colpa se non quella di trovarsi i in un epoca difficile e disastrosa. MI AUGURO CHE ALMENO LEI COSIDERI I NOSTRI FIGLI PIU’ IMPORTANTI DI UN PUNTO DI SPREAD. Distinti saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog