Cerca

Al Movimento 5 Stelle

Gentile Redazione, mi farebbe piacere che voi pubblichiate questa lettera. Grazie Cari del Movimento 5 Stelle, a noi non avete dato una risposta, non ci avete voluto nemmeno ascoltare, a noi avete tolto il lavoro!! Vi abbiamo dato fiducia e molti di noi vi hanno anche votato me compreso e increduli che fosse vero, siete saliti al governo della città e ci avete traditi, senza più neanche considerare la conoscenza e l'amicizia che c'era con alcuni di noi. Dov'è finito il dialogo che tanto millantavate, dov'è la trasparenza di cui tanto vi siete vantati in campagna elettorale, non basta YouTube per dimostrare la trasparenza... E poi, neanche io ho fatto 1 giorno di ferie perché voi il 28 Luglio mi avete sbattuto fuori dal Teatro senza un motivo rendendo la mia vita più complicata e in più non mi avete pagato gli stipendi in arretrato da mesi, mi costringete a cambiare città a rimanere lontano da ciò che ho amato che tutt'ora amo. In nome di cosa?! Se la città è ferita e degradata prendetevela con chi l'ha ridotta così, voi state cancellando ogni cosa in nome del rinnovamento...?! ma quale rinnovamento uccide i diritti e la vita delle persone?! e quanta umiliazione stiamo provando noi dopo questo trattamento?! Questa non è democrazia!! Voi non ci avete permesso di aiutare la città e il Teatro, voi non ci avete ascoltato. Rifondare una città su un nuovo modello politico e sociale non è possibile se irresponsabilmente si uccide la Musica, la Cultura e la Fiducia dei cittadini. Qualcuno non sa quello che sta facendo... Se siete stanchi, riposatevi, e lasciate con dignità governare ad altri. Massimo Tannoia Primo Violoncello Dell'Orchestra del Teatro Regio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog