Cerca

Non solo sperad

Sono anni che ci propinano a qualsiasi ora del giorno o della notte lo spread. Per noi esiste anche la quotidianità e, con il passare dei giorni sta peggiorando sempre più. Parlo del comportamento delle persone di ogni ordine e grado. Sulla strada ormai diventata giungla vige la legge del prepotente con tanti saluti alla sicurezza per gli altri (ho anche scritto alla Cancellieri); nei negozi o compri quello che vogliono loro o ti trattano a parolacce; a scuola i docenti sono dei veri e propri boss; negli uffici pubblici: comuni,associazioni, enti (inps-atac-cotral) una disorganizzazione da spavento, per fare un abbonamento ci si impiegano ore. Ma tutto questo a monti & c. non frega assolutamente nulla, loro hanno lo spread. Caro direttore perché non scrivete anche di questo, di quei cittadini che si alzano la mattina per andare a lavoro, e non sanno se torneranno a casa per colpa di qualche delinquente (maggioranza dei paesi dell’est) che è libero di spadroneggiare come vuole tanto “loro” hanno lo spread. Cordialmente

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog