Cerca

AUMENTARE IVA AL 21% NON E' SERVITO A NIENTE

Gli ultimi dati ci informano che i versamenti dell’IVA sono calati del 1,5%.- La battaglia del nostro (s)governo è persa.- L’aver forzato la mano sulle casse del cittadino (sempre più povero) con l’aumento dell’IVA al 21% è risultato un tragico errore.- Si parla di difficoltà, di sofferenza in tutti i paesi europei e sempre non viene mai inclusa la Svizzera.- Forse è necessario chiederci il perché.- Nazione intelligente-amministrata alla grande-furba-pratica-perentoria- schierata in ogni legge dalla parte del cittadino-con IVA al tasso del 8%- I consumi funzionano e bene-la benzina è al miglior prezzo- le entrate fiscali sono a regime- Il Franco svizzero tra breve sarà cambiato alla pari con l’euro- Possibile che tutti i nostri ministri non siano capaci di ragionare ???? -o abbassare l’IVA al 10% immediatamente per abbassare il costo della spesa quotidiana -o aumentare del 30% (minimo) lo stipendio dei dipendenti agendo fiscalmente con sgravi e non toccare i costi aziendali altrimenti si avvelenano tutte le aziende costrette alla cassa integrazione.- Chi paga poi tutti i cassaintegrati???????????? -più si aggredisce con le tasse …….più si espande la crisi……… Bisogna assolutamente invertire la formula finora sempre applicata.- Prendere esempio dalla vicina Svizzera- *meno tasse più consumo più assunzioni più felicità al cittadino* Al contrario dell’Italia col cittadino seviziato, martoriato, vessato sempre più incazzato.- giorgio alabardi - Caidate di Sumirago –VA-

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog