Cerca

basta con quest'europa del cavolo

Questi deficienti che hanno inventato questa cosa dell'Unione Europea per scimmiottare gli Stati Uniti d'America stanno distruggendo l'economia e l'identità dei paesi che hanno costruito il mondo moderno, in nome della globalizzazione (che serve solo ad aumentare i profitti delle multinazionali e che come è stato brillantemente detto "è quella cosa che fa costruire prodotti a degli schiavi per venderli a dei disoccupati"), e dell'utopico multiculturalismo (fallito dappertutto, basta guardare il tasso di criminalità che c'è in America - costretti tutti a dotarsi di un'arma e dove la legittima difesa ti dà giustamente il diritto di sparare a chi entra nel tuo giardino - o nei sobborghi di Londra o nelle banlieu parigine). Ora che cominciano a cagarsi sotto perché i popoli stanno capendo finalmente l'enorme puttanata che sta venendo fatta a loro insaputa senza neanche chiederne il consenso, allora stanno tirando fuori la cagata più grossa: gli Stati Uniti d'Europa!?! Nelle loro testoline malate l'Italia o la Francia avrebbero lo stesso peso specifico della Lettonia o del Lussemburgo, e vorrebbero ridurre tutto a delle regioni dove si parla dappertutto inglese (ma gli inglesi si tengono intelligentemente fuori da questa stronzata), riducendo così a sempli dialetti locali lingue meravigliose come l'italiano o il francese. Questi mentecatti non riescono neanche a capire la differenza che c'è tra il modo in cui hanno avuto origine gli Stati Uniti e quello di stati come Italia, Francia, Spagna e Gran Bretagna. Io non voglio questa omogeneizzazione idiota: se vado in Francia voglio sentire parlare il francese, pagare le cose in franchi e godere di tutte le differenze che ci sono rispetto al mio paese; così se vado in Inghilterra o in Tailandia o in Svezia. Qualcuno li fermi questi imbecilli, per Dio!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog