Cerca

Ma che FIAT !

0
La "vecchia" Fiat degli Agnelli di Torino ha dato lavoro da sempre ad un esercito di persone che ne hanno tratto sostegno alla loro vita familiare,ma al tempo stesso PER ANNI e ANNI e grazie a politici del "ventennio" e della Repubblica ha ricevuto "autotreni" di denaro pubblico che ha utilizzato speculando e investendo per ogni dove FUORI DELL'ITALIA ! Oggi la FIAT non ha più interessi da difendere in Italia perché già al tempo dei governi Berlusconi i finanziamenti pubblici per la struttura privata ebbero finalmente termine e ciò dimostra la pericolosità , in termini economici e di bilancio per lo Stato, di sovvenzionare il settore privato egoista( non soltanto per la Fiat ma anche per tante altre holding nazionali). Lo Stato deve sostenere chi impegna SUOI capitali e sostiene i rischi del mercato interno ed esterno. Ci sono tanti imprenditori in Italia che meritano,molto più di Marchionne & C., il sostegno dello Stato. Marchionne prima di "andarsene" riconsegni allo Stato TUTTO quanto ricevuto dai sui predecessori in Fiat.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media