Cerca

GLI SCHELETRI DELLA FIAT

Ill.mo e Caro Direttore buongiorno. Le richieste dell’A.D. Marchionne rivolte al Presidente Monti sono assolutamente inaccettabili: l’ennesimo tentativo di estorsione legalizzata nei confronti del Paese, di tutti i cittadini onesti. Perché? Perché la FIAT, in tutti questi anni, ha sempre ottenuto aiuti, finanziamenti statali, grazie ai nostri politici incompetenti e corrotti, a fronte di redditi imponibili non tassati in Italia che, attraverso vendite sottocosto – il c.d. fenomeno del “transfer pricing” - sono stati volutamente trasferiti in Brasile e in altri Paesi esteri a fiscalità privilegiata. Questo modus operandi, ha permesso a Marchionne di produrre ricchezza all’estero, di non versare quindi le imposte nel territorio nazionale, di utilizzare società italiane sempre in costante perdita, con la conseguente messa in cassa integrazione di migliaia di operai e chiusura di stabilimenti. E in tutto questo contesto, è vergognoso e sgradevole anche l’atteggiamento dei sindacati i quali fanno finta di non conoscere la verità, gli scheletri della Fiat, continuando a prendere in giro gli operai sotto lo sventolar di bandiere rosse. Passera farebbe bene, dunque, a non elogiare Marchionne e a prendere le distanze. Cordiali saluti francesco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog