Cerca

Che faccia tosta

Gentile direttore, sempre più spesso mi chiedo cosa parli a fare il card. Bagnasco. Mi chiedo in quale altro paese del mondo sia consentito, ad uno stato estero com' è il Vaticano, di interferire incessantemente negli affari di un altro paese. I difensori della chiesa parlano ipocritamente di libertà di parola ma è evidente che un personaggio nella posizione di Bagnasco non parla mai a titolo personale, non prendiamoci in giro. Inevitabilmente le sue affermazioni hanno ripercussioni politiche dirette nel dibattito pubblico italiano e quindi lo condizionano e ciò è male, perchè vi introducono un elemento confessionale estraneo alla concezione laica dello stato. Sarei ad esempio curioso di vedere cosa succederebbe se la chiesa americana, inglese o francese provassero a mettere becco in una proposta di legge dei rispettivi parlamenti nazionali. Non ci proverebbero neppure. Senza contare che nonostante tutto i nostri religiosi continuano a fare orecchie da mercante sulle tasse pur essendo padroni di un' immenso patrimonio immobiliare. E ci fanno la morale sugli sprechi e la corruzione! Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog