Cerca

Chi paga l'Antitrust?

Gentile Direttore, ricevo al lavoro comunicazione del Garante della concorrenza circa la richiesta di un contributo per il finanziamento dell'Autorità stessa. Apprendo che il contributo è pari allo 0,08 per mille per le società di capitali con fatturato superiore a 50 milioni di euro e va da un minimo di 4mila euro ad un massimo di "soli" 400mila euro (!). Apprendo che l'Autorità fino ad oggi è stata finanziata in prevalenza dallo stato e che il nuovo contributo diventerà l'unica fonte di finanziamento. Il fatto che sia stato introdotto con decreto c.d. Cresci Italia del gennaio 2012 noto per le liberalizzazioni e le semplificazioni amministrative per le aziende ma, di fatto, trasferisca un nuovo onere dallo stato alle imprese è, dal mio punto di vista, vergognoso. Circa il quantum, il Sole 24 ore stima che il budget passi da 58 milioni di euro nel 2012 a 96 milioni nel 2013, sulla base del nuovo metodo di finanziamento messo sul groppo dei contribuenti (aziende). Budget analogo di istituti simili negli Stati Uniti come la Federal Trade Commission (che però impiega oltre mille dipendenti, rispetto ai circa 300 dell'Autorità Italiana). Vorrei che mi venisse spiegato da chi ha firmato il Decreto, da chi poi lo ha convertito in legge o da chi è sicuramente esperto in materia più di me come il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Catricalà (già Presidente dell'Autorità in oggetto), perchè il contributo, anzichè diminuire, oggetto di spending review, sia stato trasferito ai privati e potenzialmente raddoppiato rispetto al periodo precedente. Poi ci si domanda perchè le aziende straniere non investono in Italia… La ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog