Cerca

Opinione di un uomo qualunque.

Volevo scrivere questa lettera al Presidente della Repubblica ma non ci sono riuscito e quindi la invio a Lei poichè le considerazioni sono comunque valide. Esimio Presidente, bellissime parole, sentite, sacrosante nel discorso in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2012/13. Dai giornali: «anche di recente la cronaca ci ha rivelato come nel disprezzo della legalità si moltiplichino malversazioni e fenomeni di corruzione inimmaginabili, vergognosi», scandisce Napolitano spiegando quanto sia poi difficile insegnare «il valore della legalità» alle nuove generazioni quando gli esempi che vengono dall’alto minano proprio questo valore alle fondamenta. Ma restano solo parole, sig. Presidente, lo sentiamo ogni giorno da tutti i mezzi di comunicazione: "In primo piano le parole del Presidente della repubblica" " In primo piano le parole del Premier …" In primo piano solo parole e tali restano solo quando si tratta di istituzioni politiche e pubbliche. Tutto cambia invece quando si tratta del "POPOLO" Verso questo si utilizza la tempestività e l’immediatezza descritta, con grande maestria, dal Manzoni nel 5 maggio "Di quel securo il fulmine tenea dietro al baleno" Così detto e fatto: • il blocco immediato dei salari, in un "fiat" anche se previsti da contratti e leggi speciali, • il blocco delle pensioni • l’aumento dell’IVA • l’introduzione dell’IMU, • l’aumento delle addizionali IRPEF, • l’aumento delle accise sui carburante e via di seguito. Tutti provvedimenti che non toccano mai i veri artefici della "debacle" economica, sociale, etica ed anche politica. Con tanta di motivazione convincente "sanare il deficit pubblico". Di cui il popolo non ha alcuna colpa perché provocato da altri che continuano a farlo con "elegante" spudoratezza ed inesorabile dissolutezza. – Ne conviene pure Ella Sig Presidente quando afferma: "Certo non basterà a frenare l’onda d’indignazione che cresce nel Paese la decisione presa alla Camera che i bilanci dei gruppi parlamentari saranno certificati da una società di revisione legale che verificherà la regolare tenuta della contabilità. Come non basterà l’annuncio di Angelino Alfano che non saranno ricandidati i consiglieri Pdl della regione Lazio. O l’assicurazione di Berlusconi che il Pdl «non è allo sbaraglio» e che tutti i partiti della regione Lazio hanno partecipato all’abbuffata monetaria." Allora che aspettiamo a " bloccare i finanziamenti ai partiti con decorrenza immediata da oggi, a mandare tutti i politici in pensione a 66 anni come tutti i cittadini e con uno stipendio ragionevole?" Solo questo sarebbe l’esempio vero. Altro che controllo di revisori esterni il cui rimedio, come tutti quelli di questo genere, sono sempre stati peggiori del male. Concordo con Lei Sig. Presidente, che si fa fatica ad insegnare «il valore della legalità» alle nuove generazioni quando gli esempi che vengono dall’alto minano proprio questo valore alle fondamenta. ". Ma bisogna pur cominciare con qualche esempio. Con deferente ossequio Linceo Bellanova Surbo (LE)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog