Cerca

cani, gatti e struzzi alla bouvette

In questi periodi di crisi nera e malversazioni varie da parte dei politici a danno dei cittadini la Camera non ha nient'altro da fare, con l'approvazione del Senato, che approvare una nuova disciplina sugli edifici condominiali con riferimento a cani e gatti. Vietato quindi vietare a queste care bestiole di vivere nelle abitazioni dei condomìni. Per capire quanto questa legge stesse a cuore ai nostri politici, che notoriamente non vivono in condominio come i poveri mortali, basti pensare che la disciplina è stata votata pressochè unanimemente, 332 si, un no ( sarà l'unico condòmino ) e tre astenuti. L'ex ministra Michela Vittoria Brambilla canta vittoria anche se la gente avrebbe bisogno di ben altre conquiste. Se mi è permesso auguro alla Signora ministra di abitare un giorno in un condomìnio dove canee e miagolii non la lascino dormire nonchè di pulire le scale comuni dopo il passaggio degli animaletti a lei tanto cari. Spero poi si occupi anche dei facoceri, formichieri e struzzi che in transatlantico trovano già molto spazio e preveda per loro delle diete non solo alla bouvette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog