Cerca

E' finita ma lui non lo sa

Buonasera direttore, le scrivo in tempo reale per raccontarle la puntata di otto e mezzo, sul canale televisivo della telecom, che sto masochisticamente guardando. La guess star è Fini. Il nostro presidente della camera discorre in libertà con una Lilli Gruber quasi adorante e un Massimo Franco quasi paralizzato dalla voglia di porre all' illustre ospite ben altre domande che non quelle accondiscendenti della sua collega ma non può perchè lì comanda lei. Fini dice le solite cose, quelle ha già detto fino alla nausea e che gli sono costate tutta la credibilità di fronte all' elettorato di destra o centro destra, come si dice oggi. Berlusconi è un corruttore, Casini è il suo futuro collega, con lui riuscirà a creare un nuovo polo moderato - non il terzo perchè quello è già finito - che sarà alternativo a pdl e pd. Bonariamente stuzzicato dalla Gruber torna sulla questione appartamento a Montecarlo che, architettata da Berlusconi in persona, gli è costata molto dolore. Invita Berlusconi a querelarlo. Come sia finita non l' ha capito nessuno, io no di certo. All' inizio ho trovato tragicomica l' intervista, direi fantozziana. Poi ho cominciato ad avvertire disagio per quest' uomo che non si è ancora reso conto di essere politicamente finito. Forse rinnega a se stesso la realtà e si circonda di yes men che gli fanno credere di avere ancora ruolo in qualche cosa. Sarà dura quando, dopo le prossime elezioni, non sarà più presidente di niente e potrà considerasi fortunato se riuscirà a rimanere in parlamento. Sempre che ciò sia indispensabile, beninteso. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog