Cerca

concorso pubblico...e sprechi

Continua il silenzio dell’Amministrazione penitenziaria, nonostante l’emergenza carceri. E’ scandaloso!”. A dichiararlo è il Dott. Giovanni Passaro, Presidente del “Co.I.C.I.Pol.Pen.” (Comitato idonei concorso 271 vice ispettori polizia penitenziaria). La grave situazione delle carceri italiane soffre la carenza di circa 7.000 poliziotti penitenziari, questo determina condizioni di lavoro disumane e vita detentiva ai limiti della tortura, in contrasto con i dettami costituzionali della rieducazione. A fronte di questo stato di allarme sociale i vertici dell’Amministrazione penitenziaria posticipano la conclusione del concorso pubblico a n. 271 posti (ampliati a 327 posti) di allievo vice ispettore del Corpo di polizia penitenziaria, che si trascina da ormai dieci anni. Quest’atteggiamento umilia le 327 persone idonee alla procedura concorsuale, che hanno dovuto superare ben quattro prove, con sacrifici in termini personali, familiari ed economici. “Il 1 ottobre manifesteremo dinanzi al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Largo Luigi Daga n° 2” conclude Passaro “ per urlare il nostro grido di dolore contro il cattivo governo della Pubblica Amministrazione”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog