Cerca

Inpdap e Inps, chi paga ?

caro Direttore, leggo della mina " statali " sui conti Inps dovuta agli effetti della fusione con l'Inpdap anche e soprattutto perchè le amministrazioni non versavano i contributi, una novità per il Belpaese! Leggo avanti che la cassa dei dipendenti pubblici porterebbe il deficit a 9 miliardi. In tempi non sospetti, per la precisione il giorno 11 del mese di luglio di quest'anno, scrivevo la seguente lettera purtroppo non pubblicata che anticipava il mio sentore di qualcosa che non andava o che non sarebbe andato per il verso giusto. Forse premonitrice ? Forse troppo cattiva ? Non lo so, sta di fatto che a noi, dipendenti privati, hanno bloccato, il caro Monti nella fattispecie, l'adeguamento della pensione non si sa per quanto ed ora dobbiamo assistere a queste " manfrine " politiche sempre e solo sulla nostra pelle. la lettera dell' 11.07.2012 è la seguente : " Si spera sia uno scherzo di macabro gusto ma oramai siamo abituati a tutto. Leggo che l'Inps, causa un " intelligente " accorpamento , dopo essersi caricata sulle spalle l'Inpdap si ritrova con milioni di euro di debito aggiunto. Si vocifera che fra un po' sarebbero a rischio i pagamente delle pensioni. Quali ? Spero vivamente quelle Inpdap. Non per fare razzismo o creare divisioni tra poveri ma mi sembra veramente vergognoso che chi producendo nel privato, oltre ai contributi propri ha pagato anche quelli dei " servizi " in alcuni casi molto scadenti, ora debba pure rimetterci la pensione. Oltre tutto alcuni anni fa, non molti per la verita', a noi contribuenti Inps ci dicevano che i conti erano a posto.... forse in Italia e' una legge non scritta che debbano pagare sempre quelli. " Umberto Brusco Bardolino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog