Cerca

Proviamo a sognare?

Caro Direttore, Proviamo a sognare? Per prima cosa sognamo di aggiornare la nostra Costituzione (è lecito sognarlo?) che ha 60 anni ed è stata pensata per un mondo che non esiste più. Poi sognamo di fare le riforme e tagliare i costi della politica. Se il senato degli Stati Uniti d'America ha 100 senatori, noi che siamo più belli ma un po' più piccoli potremmo accontentarci di 99 senatori; i deputati, anche senza far tanti paragoni, li potremmo dimezzare. Siccome vivere a Roma costa caro aumentiamo loro la retribuzione del 30% perchè noi vogliamo che i nostri rappresentanti non siano costretti a pensare anche ai propri interessi per tirare a campare, ma che facciano bene solo gli interessi della nazione, ovvio che così si possono tagliare tutti i rimborsi e vitalizi e poi finita la legislatura, finito tutto. Infine, visto che li paghiamo bene, facciamo loro farte cose diverse: ai sigg.ri deputati qualcosa ed ai sigg.ri senatori qualcosaltro. Al massimo rieleggiamo gli stessi rappresentanti per 2 volte, poi cambiamo. Sognamo anche di non abolire il finanziamento alla politica perchè è giusto ma riduciamolo del 75% e riportiamo i budget di spesa di tutte le nostre istituzioni a livelli europei. Facciamo governare solo chi è stato eletto. Il tutto subito, dalla prossima legislatura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog