Cerca

LA "SPENDING REVIEW" VALE TANTO DI PIU' DELLA "REVISIONE DI SPESA"?

Gentile Direttore, mi pare che tra i giornalisti ci sia un conformismo imperante. Come si spiega altrimenti che tutti ripetano pappagallescamente l'espressione "spending review"? Possibile che non ce ne sia uno che, andando controcorrente, e magari sfidando il biasimo e la riprovazione dei colleghi omologati, non preferisca parlare di "revisione di spesa"? Pensano i giornalisti di andare in crisi di astinenza dall'inglese usando una volta ogni tanto un equivalente in lingua italiana? Questa cosa causa a loro una così forte sofferenza? Se siamo ridotti così male, è anche per la nostra spiccata propensione a buttare il cervello all'ammasso. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog