Cerca

Non scherziamo

Gentile direttore, spero che la novità di Casini candidato al posto di Berlusconi sia, come direbbe un anglosassone, un misunderstanding. Aspettiamo la smentita. Un vecchio e polveroso democristiano - vecchio non per età ma per mentalità e permanenza in politica - a rappresentare la nuova cosa di destra? Una provocazione. Non mi spiego come si possa anche solo pensare ad un' eventualità simile. Già immagino tutti gli ex dello scudo crociato che Pier cercherebbe di infilare in ogni fessura del partito. Nessuno più di me condivide la preoccupazione di Berlusconi di non consegnare il paese in mano ai comunisti...ma Pierferdinando Casini! Però, se le intenzioni del cavaliere sono altre, dare una mano al giovane e non comunista Renzi per esempio, allora la trovata è buona. Nel Pdl non più Pdl devono essersi resi conto che la rimonta è impossibile per ora e che il sindaco di Firenze è l' unico ad avere concrete possibilità di mandare la classe dirigente PCI-PD a zappare l' orto. Non condivido questa strategia ma avrebbe un suo perchè. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog