Cerca

nessuno ci vuole ascoltare

Sig. Direttore, mi rivolgo ancora a lei e ai Vostri lettori per cercare di ottenere maggior luce agli occhi della pubblica opinione e del contribuente riguardi il dramma che sto vivendo io ed altri 326 esseri umani più le loro famiglie, in attesa da 10 anni (non è un errore di digitazione sono proprio DIECI ANNI) di un "posto di lavoro" al seguito del superamento di una selezione pubblica bandita nel 2003, in cui sono stati spesi già € 3,6 milioni di soldi del contribuente. A tal proposito le allego l'ultima lettera scritta al ministro responsabile costituzionalmente di questa situazione del quale aspettiamo spero un celere cenno di riscontro: Gent.mo avv. prof. Severino Di Benedetto, con la presente rivolgo a Lei, Ministro con rilievo Costituzionale, appello allo scopo di ottenere un colloquio personale per un confronto sull’annoso problema che compromette la conclusione del concorso pubblico 271 allievo vice ispettore polizia penitenziaria. L’incontro consentirebbe di acquisire notizie certe e sospendere le iniziative di protesta poste in essere, visto che in un primo incontro con il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria dott. Giovanni Tamburino, era stata condivisa la strategia in “autotutela” per garantire le legittime aspettative dei 327 idonei al concorso; mentre, successivamente, il mutato atteggiamento dell’Amministrazione, a seguito dell’intervento del Direttore Generale del Personale e della formazione del DAP cons. dott. Riccardo Turrini Vita, ha sollevato preoccupazioni, in virtù della resistenza all’incontro posta in modo insolito e poco cortese per un Dirigente Generale della Pubblica Amministrazione. Nell’attesa di riscontro porgo distinti saluti. Ringrazio anticipatamente. Distinti saluti. Roma, 12/10/2012 http://comitatoidoneisppolpen.weebly.com/

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog