Cerca

Non so, ma, forse, mache ho fatto?

Ho, che, fatto, richiede, si, ma. cosa Paulo Coelho sono soltanto alcuni sintatticismi ai quali lo scrittore ricorre per descrivere stati d’animo e di un modo di essere in cui tutti noi ci troviamo. Nelle sue opere aleggia un velato sentimento di pace, amore e carità che ti suggerisce il “modo”, proprio quello che ti aiuta a vivere meglio. E’ come se ti suggerisse il da farsi e quindi inviterei a tanti una sua buona lettura. Potrà essere utile. Spesso ricorre a ciò, e anche volentieri, chi tende a giustificarsi. Anche, quel tanto quanto basta, ricorre il personaggio che in ottica social-politico assurge agli onori della cronaca mondana per aver da sempre adottato un modo di fare non in linea col suo ruolo pubblico. Quel ruolo che dovrebbe svolgere con l’ausilio delle nostre tasche per tutelare i nostri interessi e invece lo rivolge a suo uso e consumo. Paulo, una delle cose che ha imparato nella vita e ci fa partecipi è questa: “Forse Dio vuole che incontriamo un po’ di gente sbagliata prima di incontrare quella giusta, così quando finalmente la incontriamo, sapremo come essere riconoscenti per quel regalo” In sintonia con quanto sopra sono felice di sentir parlare della Minetti perché anch’ella c’è, non solo Lei, e mi ha dato la possibilità di ringraziare Dio. Mi ha dato anche l’occasione di esprimermi a modo mio anche a costo di chiedermi : “ma cosa ha fatto?”. Per fortuna Paulo c’é !!! Giuseppe (Pino) Verbari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog