Cerca

INVITO AD UN DIBATTITO SERIO E COSTRUTTIVO

Cerignola lì,13 ottobre 2012 Preg.mo Direttore nel pomeriggio del 12 ottobre seguivo la trasmissione "pomeriggio cinque" condotta da Barbara D'Urso sul caso del bimbo che tanto stupore,commozione e meraviglia ha suscitato a causa delle modalità con le quali è stato prelevato dalla scuola. Senza entrare nel merito della vicenda in modo specifico ( tanto si è gia detto) La invito a prendere spunto da questa triste vicenda al fine di poter affrontare in modo serio e pacato il dramma di tanti papà che come mè da anni non ricevono nemmeno notizie del proprio figliolo (nonostante un affido condiviso ) a causa di mamme che "protette" dalle attuali leggi ritengono di poter disporre in maniera privatistica del bambino alienando così del tutto la figura paterna dalla vita del proprio figlio. Tale triste vicenda si sarebbe potuta facilmente evitare se non vi fosse stato il reiterato ostruzionismo da parte di tutta la famiglia della madre. Anche a tanti papà come mè è capitato di poter disporre di provvedimenti del magistrato competente di tal genere; solo il buon senso ed il solito e perenne sacrificio personale ci ha fatto desistere dal mettere in atto procedure di tal genere pensando al solo bene del piccolo. Ma tali situazioni non possono perpetrarsi nel tempo per decenni ed a discapito sempre e solo di un genitore a vantaggio dell'altro. Il problema serio che viene comunque tralasciato,presi più dalle emozioni che tali vicende suscitano,è quello del grande VUOTO legislativo. Quando nella trasmissione l'Onorevole A. Mussolini,intervenendo in diretta,afferma che il bimbo presso la casa famiglia sta male,mette in evidenza il FALLIMENTO totale di tutte queste istituzioni (Ufficio Mediazione; Consultori familiari; Psicologi; Psichiatri; Avvocati Tutelari ) che negli anni,nel nome e nell'interesse unico del bambino hanno permesso solo al genitore più forte di averla sempre vinta nei confronti dell'altro più debole e/o comunque di buon senso,incapaci di prendere decisioni serie ed utili. Dopo quasi 10 anni di Udienze,perizie,incontri protetti,di fiducia nelle Istituzioni,alle quali mi ero rivolto per poter dare a mio figlio un papà,ho scoperto qual'è il VUOTO legislativo più distruttivo: la mancanza di PENE SEVERE a chi non ottempera ad un provvedimento del Magistrato ( es. pena pecuniaria ogni qual volta il genitore non consente all'altro di poter frequentare il figlio). Nel mio caso proprio perchè la madre non ha mai osservato i diversi provvedimenti del Magistrato,alla fine l' è stata tolta la potestà genitoriale per quasi due anni; di fatto però non è successo niente,in quanto mio figlio comunque era collocato presso la casa della madre!!!???? Fidando sulla sua sensibilità e professionalità,a nome di tanti altri papà che vivono sciagure simili,la prego di invitare e sensibilizzare tutti ed in modo particolari i politici a confrontarsi al fine di poter colmare,in maniera civile e giusta un VUOTO legislativo così grande. Sono certo che si eviteranno,in futuro,episodi gravi come quello accaduto a Cittadella. Grazie per la Sua attenzione. Cordiali Saluti Dr. Michele Faruolo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog