Cerca

Sugli sprechi regionali: tra privilegi e contenzioso.

Sugli sprechi regionali: tra privilegi e contenzioso. Caro direttore non so tratterai ancora degli sprechi regionali e non so se continuerai a parlare solo di Lazio e Lombardia. Fatto è che nelle “virtuose Marche” i vitalizi dei consiglieri regionali ammontano ogni anno a circa 4 milioni di euro (€ 375.000 mensili). Piccola cosa di fronte ai misfatti del batman, mica tanto se si pensa, giusto per dare una proporzione , che nel 2012 lo stanziamento della legge regionale sulle cooperative è stato di 3,5 milioni, per tutte le cooperative della Regione. Oppure che per la legge regionale del commercio (tutto il commercio regionale) è stato stanziato circa 1,3 milioni di euro. A me questa cosa fa un po’ ridere e anche piangere. Ridere perché, nel 2000 quando mi presentai alle Elezioni regioni con un nuovo movimento civico che si chiamava Viva le marche il primo punto del programma era “privilegi zero” e appunto l’abolizione dei vitalizi. Piangere perché sono passati ben 12 anni e siamo ancora lì. Forse gli elettori erano distratti. O forse avevamo pochi soldi per fare campagna elettorale…..e arrivare a spiegare le nostre ragioni. Viva le Marche non superò lo sbarramento e finì lì. Resta la sostanza. C’è un altro aspetto che nessuno evidenzia e che se approfondito da chi di dovere farebbe traballare i bilanci delle Regioni e quello dello Stato centrale: il CONTENZIOSO.SI IL CONTENZIOSO: le cause. Infatti i bilanci pubblici non contengono se non simbolicamente gli stanziamenti per affrontare i contenziosi legali pendenti. Se prudentemente fosse previsto il fabbisogno per risarcire solo il 50% delle cause in cui le Regioni potrebbero risultare soccombenti bisognerebbe chiudere baracca e burattini. Gli uffici legali regionali affogano nel contenzioso e fanno solo affidamento sulle lungaggini della giustizia, senza considerare che, anche per paura della corte dei conti, i funzionari spingono sempre per andare a sentenza costringendo così l’ente, con i soldi dei cittadini, a risarcire anche interessi e rivalutazione monetaria che in alcuni casi supera la stessa sorte. Ora le domande sono due? 1) I Consiglieri prendano pure il vitalizio ma paghino loro i corrispondenti contributi per averlo o lo abbiano in proporzione ai contributo versati e si richieda indietro l’eccedenza. 2) Gli interessi e la rivalutazione monetaria sia posta a carico dei dirigenti degli uffici legali se hanno avuto la temerarietà di affrontare l’azione legale e il tribunale ha dato torto. La regola deve essere : responsabilità ognuno si assuma le sue responsabilità. Senza l’assunzione della responsabilità non ci può essere tutela del bene comune. Vedi, caro direttore, le regioni sono una istituzione importante e sbaglia chi sostiene che vadano abolite. Le regioni sono nate per fare le leggi. Un potere straordinario di riequilibrio territoriale e di sviluppo. Non bisogna abolire le Regioni, bisogna abolire le leggi sbagliate. Enrico Buoncompagni Agugliano (Ancona) 15/10/2012

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog