Cerca

Retroattività tagli detrazioni e deduzioni

Caro direttore, Ho rivisto la lettera già inviata in data 16 u.s. Poichè e' in linea con le tesi di " Libero", avrei piacere che fosse pubblicata. E' un sasso che vorrei tirare nel pantano. Grazie " Il Governo Monti sta chiedendo al Parlamento di assumere quasi a scatola chiusa i nuovi provvedimenti in materia fiscale. C’ è la crisi, è vero, ma è vero anche che essa non può legittimare lo stravolgimento di consolidati principi di civiltà del nostro Ordinamento giuridico. Mi riferisco, in particolare, alla retroattività dei tagli e delle detrazioni , che, se attuata, sarà, e’ vero, un grave colpo per le finanze dei contribuenti e per il loro statuto ma, a mio sommesso avviso, sarà soprattutto un colpo ancora più grave per il principio della irretroattività delle leggi che non è assoluto in generale ma lo è ( quasi del tutto ) in materia penale e in materia tributaria. In questa seconda materia, la capacità contributiva di cui all’ art.53 della Costituzione deve essere attuale e non passata o esaurita per novelle legislative sopravvenute. Almeno ai miei tempi così si leggeva nei manuali di diritto tributario. La crisi non può giustificare provvedimenti “ extra ordinem” come se la vita democratica della Nazione fosse stata davvero commissariata . Non mi sembra, infatti, che vi siano state in tal senso modifiche della Costituzione.. Cordiali saluti Paolo Caputo Agropoli "

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog