Cerca

Pratico lo "step"

Ho trascorso e trascorro gran parte della mia vita stando vicino alla gente. Mi diverto ragionando, scherzando perché sono affascinato dal paradosso. Non accetto la logica lineare. Non apprezzo gli argomenti senza sorprese. Forse sono anch’io un paradosso al quale piace sfidare le contraddizioni e vivere tra fantasia e realtà. I pensieri, le sensazioni che provo, i desideri, i sogni e anche gli amici che non sono proprio tali, non riescono a bloccare la mia corsa verso la felicità. Nella mia vita, forse, una delle cose che ho capito è che alla base dell’amicizia non c’è disagio. Gli amici sono quelle persone con le quali ci troviamo meglio. L’amico vero è un interlocutore paziente, disponibile e dotato di sentimenti forti e profondi. Appunto: i sentimenti, quelli con cui si nasce, non si conquistano ne’ si acquistano. Con loro si nasce solo; non c’è bisogno di una laurea o di soldi. Possono tutt’al più maturare ma non acquistare. Ne’ tanto meno si possono rubare. Oggi vedo molti surrogati di qualsiasi specie e in qualsiasi luogo Sono pochi chi individui veri e tutte le volte che esprimo un parere, anche una semplice considerazione, finisco col ricredermi. Ancora peggio sono tutti gli altri commenti, perciò preferisco solo scherzare e minimizzare; in parole povere umoreggiare e cercare il buono nel male anche perché, sono del parere che, un po’ di male non faccia tanto male e, per concludere, fedele a tale principio, continuerò, fino a quando potrò, praticare lo “ step!!!”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog